Home Page Archivio foto e film curriculum lavori recenti libri Videocassette L'avventura e la scoperta reportage


   

LIBRO DEL GIORNO: QUILICI, MIO PADRE MORTO CON BALBO/ANSA ESCE 'TOBRUK 1940' SULL'INCIDENTE AEREO IN LIBIA ANSA) - ROMA, 16 NOV - FOLCO QUILICI 'TOBRUK 1940' (MONDADORI LE SCIE PP 260 19,00)

Folco Quilici, scrittore, regista e viaggiatore, aveva 10 anni quando il padre Nello, direttore del quotidiano di Ferrara 'Corriere padano' mori' tragicamente sul trimotore S.79 su cui volava con Italo Balbo, abbattuto dalla contraerea italiana nel cielo di Tobruk, in Libia. Su quell'incidente di 'fuoco amico' circolo' da subito la voce maliziosa che fosse stato organizzato da Mussolini, geloso della popolarita' del Maresciallo dell'Aria che, cosa non trascurabile, era contrario ad una guerra a fianco della Germania Nazista. Nello Quilici, che era amico dell'ex violento quadrumviro della marcia su Roma diventato poi avversario dell'alleanza con Hitler, era salito su quell'areo per scrivere un diario di guerra. Alla famiglia Quilici fu restituito privo di molte pagine, una scomparsa su cui si interroga il figlio Folco che oggi, in appendice al volume, concede la pubblicazione. Il libro di Folco Quilici e' una ricostruzione degli eventi di quei giorni di guerra, ma soprattutto un dolente pellegrinaggio in quei luoghi della Libia, che sono ulteriore testimonianza del suo tocco di narratore in viaggio. Non e' difficile far risalire alla triste esperienza familiare anche il Folco Quilici appassionato d'Africa, la cui storia e' stata in passato anche oggetto di corsi tenuti all'Universita' di Bologna. Sulle imprese aeronautiche di Italo Balbo, nel 1987 Folco Quilici aveva anche realizzato un documentario, con la collaborazione di Giordano Bruno Guerri: Cieli atlantici. Questa volta, allegato a 'Tobruk 1940' c'e' anche in dvd, un film inedito su 'Balbo aviatore', girato da Quilici con il testo di Gregory Alegi, storico dell'Aeronautica Militare. Folco Quilici ha impiegato molti anni per scrivere 'Tobruk 1940', pagine di testimonianza soprattutto, come chiarisce da subito, in cui l'emozione, la rabbia e i dubbi per quanto accadde in quell'episodio della guerra italiana in Libia nel 1940 che gli strappo', giovane ragazzo, il padre, rendono ogni parola ancora piu' piena di significato. Ad Alegi affida invece la ricostruzione dello storico che tra l'altro aveva fatto una ricerca minuziosa sull'abbattimento del trimotore S.79 di Balbo per Renzo De Felice. Quest'ultimo per primo, nel '75, sulla Rivista 'Storia Contemporanea', aveva fatto conoscere il diario di Nello Quilici e da allora aveva spinto il figlio a scrivere il libro pubblicato in questi giorni. Nel racconto di Folco Quilici non c'e' solo la rivisitazione dell'Africa settentrionale e di quell'episodio ma anche il racconto della figura del padre nella Ferrara degli anni '30-'40 in cui dirigeva il quotidiano locale cercando equilibrio con il potere di Roma. Quilici ricorda anche le difficolta' avute dal padre subito dopo il varo delle leggi razziali e pubblica la lettera di condoglianze avviata alla famiglia dopo l'incidente di Tobruk in cui lo scrittore ebreo Giorgio Bassani, di Ferrara anche lui, ricorda il padre come amico ''generosamente libero nei suoi giudizi''. MA 16-NOV-04 12:59